Fabio    19 Febbraio 2019        Letto 580 volte

Uproxx e HondaStage hanno pubblicato un’intervista realizzata a casa di Avril che ripercorre la nascita di Head Above Water e in cui Avril racconta quanto ha passato negli ultimi cinque anni.

“Head Above Water” è il primo singolo della cantautrice canadese Avril Lavigne in cinque anni, ed è una canzone trionfale, piena della sua passione provocatoria, ma con più vulnerabilità di quanto ne abbiamo mai sentita prima. La Lavigne si è aperta sui tempi difficili che ha sofferto in quei cinque anni di pausa e su come la musica fosse il suo faro di speranza attraverso tutto questo.

Un attacco serio alla malattia di Lyme lasciò la cantante costretta a letto per due anni, preoccupata che non avrebbe mai potuto fare di nuovo musica. Ma in una notte particolarmente dura, quando la Lavigne si sentì così male che pensò che sarebbe morta, fu colpita dall’ispirazione per una canzone.

“Tutto ad un tratto, ho questo concetto di canzone e tutti questi testi. Ho afferrato il mio cellulare e sono entrata nelle note, e ho pensato “Dio, aiutami a tenere la testa sopra l’acqua in modo da poter respirare e salvarmi”, dice la Lavigne.

Il suo recupero e la sua guarigione sono passati proprio attraverso il lavorare sulla nuova musica. Ha scritto semplici melodie al pianoforte e vocali a casa e ha costruito il resto delle tracce intorno a questo. Quando ha iniziato a sentirsi abbastanza bene, la Lavigne è tornata in studio per registrare.

“Non sapevo se avessi perso la voce, o se sarebbe stata più debole. Penso che quell’emozione sia stata davvero cruda e molto reale”, afferma la Lavigne. Ha iniziato a piangere a un certo punto durante la registrazione della canzone, e ha combattuto per mantenere quell’elemento grezzo e screpolato nella voce che si sente nella versione del disco.

La Lavigne è finalmente di nuovo in salute, ma spera che questo album trovi qualcuno che sta attraversando un momento difficile e dimostri che se ne può uscire: “Spero che questo album possa dare forza e ispirazione e portare ogni tipo di conforto a chiunque lo ascolti.”

ADV