Fabio    5 novembre 2017        Letto 1.593 volte

Di recente una teoria complottista ha ripreso a circolare in rete. La cantante canadese, si sarebbe suicidata nel 2003 subito dopo aver raggiunto l’apice del successo con il suo album d’esordio.
La casa discografica cui Avril Lavigne faceva capo e la famiglia di lei hanno però deciso di rimpiazzare la ragazza con una sosia. Una tale Melissa Vandella che inizialmente fu assunta per depistare i paparazzi.

Secondo questa teoria l’attrice avrebbe finito per prendere il posto di Avril imparando a cantare, sorridere e muoversi come lei, e avrebbe addirittura lasciato appositamente degli indizi sparsi qua e là, nei testi di alcune canzoni, nel materiale promozionale e persino di persona.
Il web è pieno di dettagli, completamente inventati, su questa falsa e vecchia notizia: comparazioni di foto (magari volutamente modificate), voce, calligrafia, ecc.

Era stato un sito brasiliano nel 2004 a pubblicare per primo la teoria della morte e sostituzione di Avril.
Ma lo stesso blog, poco tempo dopo, aveva postato la smentita, sostenendo che si trattasse solo di una provocazione per far capire quanto sia facile per certe persone cadere in alcuni tranelli se spinti a farlo.

Qualche giorno fa Avril ha parlato della questione durante la diretta che ha tenuto su Facebook:

Se è strano che le persone pensano che io sia morta? Certo è stranissimo. Penso che non sappiano di cosa parlare in questo momento. Ma purché se ne parli… Certo è un rumor molto chiacchierato. Non è solo un rumor, non dicono solo che io sono morta ma che sono una sorta di imbrogliona. Ma sono così cambiata? Ma poi allo stesso tempo altri dicono che non sono invecchiata e mettono in paragone mie foto vecchie e attuali dicendo che non invecchio. Le persone hanno bisogno di qualcosa di cui parlare.

ADV