Fabio    30 aprile 2014    Articoli Tradotti     Letto 787 volte

Alcune canzoni scelte dai fan brasiliani di Avril Lavigne, tramite Twitter, faranno parte dei concerti che la cantante terrà a Rio, San Paolo, Belo Horizonte e Brasilia. “Ho chiesto, per ogni città, cosa i fan volessero sentire. Ne canterò almeno una in ogni concerto. Ho scelto il Brasile per fare questo perché sono i fan più attivi e devoti di tutto il mondo. Commentano, parlano, chiedono… volevo fare qualcosa in cambio”, dice a G1, in un’intervista telefonica.


Il discorso sembra automatico, ma Avril conosce l’importanza di avere fan club in posti come il Brasile per la carriera. Una ricerca del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha indicato che Avril è la cantante canadese più famosa al mondo, davanti a Justin Bieber, Alanis Morissette e al marito, Chad Kroeger (Nickelback). Dice che la differenza la fa il fanbase internazionale conquistato oltre al Nord America.

Avril Lavigne arriva in Brasile per la prima volta dopo essersi sposata ed è in procinto di compiere trent’anni. Ma la cantante che è emersa sulle scene con i pantaloni larghi ed è diventata famosa con canzoni come “Complicated” e “Sk8er boi” garantisce che non è cambiata dopo esseri sposata indossando un abito nero. La dimostrazione: lei dice che l’unica cosa che vuole per il suo trentesimo compleanno è una torta a forma di Hello Kitty.

È la prima volta che vieni in Brasile dopo esserti sposata. Il matrimonio ti ha cambiato? Lo spettacolo sarà più calmo e maturo?
Non proprio. Il matrimonio è stato una nuova esperienza di vita. Forse ispirazione per nuove canzoni. Ma non mi ha cambiato come artista. E lo spettacolo è lo stesso. Molto divertente, continuerò a cantare canzoni come “Sk8er boi” e ad interagire con il pubblico.

Compirai 30 anni a settembre. Come festeggerai? Avere trent’anni è una cosa positiva o negativa?
Non so. Probabilmente festeggerò da qualche parte in giro per il mondo. Vorrei stare con i miei amici e la mia famiglia. E avere una torta di compleanno a forma di Hello Kitty! [ride]. Ma compiere 30 anni è una grande cosa. È parte della vita, e non vedo l’ora.

Canterai una parte di “The Beautiful People”, di Marilyn Manson, come negli altri concerti?
Ho aggiunto questo pezzo in “Bad Girl” [duetto tra la Lavigne e Manson incluso nell’ultimo album]. Ma la cosa più importante è cantare le canzoni che i fan hanno scelto. Ho chiesto, per ogni città, cosa volessero sentire i fan. Ne canterò almeno una, tra le più votate da loro su Twitter, a ciascun concerto [ancora non rivela quali ha selezionato]. Ho scelto di fare questo per il Brasile perché sono i fan più attivi e devoti di tutto il mondo. Commentano, parlano, chiedono su Twitter. Sono passionali, ho voluto fare qualcosa in cambio.

Il MIT ha effettuato una ricerca che ti ha decretata la cantante canadese più famosa al mondo. Cosa pensi ti ha abbia fatto superare Bieber, Alanis e tuo marito?
Penso che questo sia dovuto alla mia fan base internazionale. Anche se sono del Canada, sono conosciuta in tutto il mondo. Mi sento fortunata ad aver ottenuto tutto questo.

Ora sei un’amica di Marilyn Manson. Hai avuto paura di incontrarlo?
No! Avevo 18 anni ed ero nel backstage di un concerto a Toronto. È stato dolce e simpatico. Non aveva guardie del corpo o roba del genere. Mi ha detto: “Vieni con me”. E così ho incontrato tutti i musicisti della sua band. È stato carino. Così siamo diventati amici.

G1, 29 aprile 2014, Rodrigo Ortega

ADV

undefined