Fabio    29 giugno 2015    Articoli Tradotti     Letto 730 volte

Come anticipato, oggi è stata tramessa da Good Morning America, un’intervista esclusiva in cui Avril Lavigne parla per la prima volta in TV dei progressi della malattia di Lyme che l’ha colpita l’anno scorso mentre era in tour.

Il trattamento ha incluso diversi antibiotici e molto riposo.

“Sono a metà del trattamento,” ha detto la cantante all’intervistatore Jesse Palmer. “Sto molto meglio. Vedo molti progressi. Sono grata di sapere che mi riprenderò al 100%.”

La cantante ha detto che il provare ad avere una diagnosi è stato il momento più butto della sua vita.”

“Sono letteralmente stata costretta a letto lo scorso ottobre”, ha detto Avril aggiungendo di aver consultato molti specialisti che non sono riusciti a trovare la radice del problema. “Prendevano i loro computer e dicevano ‘sindrome da stanchezza cronica’. Oppure ‘perché non esci dal letto e non vai a suonare il pianoforte Avril? Sei depressa?'”

Avril ha detto che si svegliava sudata di notte e si sentiva come se avesse l’influenza.

“La cosa andò avanti per un mese”, ha detto “Sono andata dal mio medico, ho fatto gli esami del sangue, ma non sapevano cosa non andasse in me.”

Solo dopo due mesi di questi sintomi lei ha detto che sospettava di avere la malattia di Lyme.

“Ho iniziato ad andare da altri dottori, dicendo e chiedendo specificatamente ‘Ho la malattia di Lyme. So di averla. Può controllarmi?’” ha detto. “Poi ho realizzato, ‘Devo trovare uno specialista della malattia di Lyme'”.

“La cosa è che, quando sei uno specialista, conosci la malattia dalla testa ai piedi e puoi diagnosticare i sintomi,” ha detto la Lavigne.

Dopo avere ottenuto la diagnosi della malattia di Lyme, che la Lavigne crede di aver preso da una puntura di zecca la scorsa primavera, la cantante è stata costretta a letto per cinque mesi nella sua casa in Ontario.

La Lavigne, che è sposata con il frontman dei Nickelback, Chad Kroeger, ha detto che la sua famiglia e i suoi fan l’hanno aiutata nel suo calvario.

Molti fan, ha detto, hanno fatto video e inviato lettere, poster e altri oggetti per mostrare il loro supporto.

“Mi sedevo nel letto, guardavo i video e, facevo esattamente quello che sto facendo adesso. Piangevo per tutto il tempo,” dice, ridendo. “Onestamente, mi sono sentita molto, molto amata. E sembra stupido dirlo, ma ho davvero sentito i miei fan vicini in quei momenti.”

Ha colto l’opportunità per incoraggiare gli altri a vincere la malattia di Lyme.

“C’è speranza. La malattia di Lyme esiste. E si può stare meglio” ha detto.

Ha chiamato questo periodo la sua “seconda possibilità nella vita,” aggiungendo: “Ho davvero voglia di andare là fuori e fare veramente ciò che amo. Sono così entusiasta per la vita dopo questo.”

La Lavigne ha in programma di cantare la sua canzone, “Fly”, il prossimo 25 luglio alla cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Speciali il mese prossimo a Los Angeles.

Fonte

ADV